CERTIFICAZIONE MEDICA PER LE ATTIVITA’ NATATORIE ORGANIZZATE PRESSO L’A.S.D LIBERTAS NUOTO RIVOLI – Piscina Bonadies Rivoli

L’ Associazione Sportiva Dilettantistica Libertas Nuoto Rivoli, responsabile della Gestione della Piscina Comunale “G. Bonadies” sita in Rivoli Cascine Vica piazza Togliatti 1, è Società affiliata , sotto l’egida del C.O.N.I., alla Federazione Italiana Nuoto ed all’Ente di Promozione Sportiva Centro Nazionale Sportivo Libertas, ed esercita l’attività didattica con Licenza all’Esercizio dell’Attività didattica natatoria, annualmente rilasciata dalla Federazione Italiana Nuoto.

Presso l’impianto “G.Bonadies” questa Associazione Sportiva organizza tutte le attività sportive di avviamento, perfezionamento ed agonistiche delle discipline natatorie riconosciute e contemplate dalla Federazione Italiana Nuoto, adeguandosi alle vigenti normative in ambito sportivo, nella fattispecie anche a quella attinente la certificazione medica cosiddetta “non agonistica”.

 

 

Per tutti coloro che in forma associativa aderiscono alle attività sportive organizzate di avviamento e perfezionamento alle discipline natatorie, ad esclusione dell’attività agonistica, viene richiesto ed è obbligatorio fornire il certificato medico in corso di validità , così come stabilito dal Decreto del Ministero della Sanità 8 agosto 2014, in merito alle “Linee guida di indirizzo in materia  di certificati medici per l’attività sportiva non agonistica”. (Scarica il testo ufficiale del Decreto), attuativo del comma 2 dell’art. 42-bis del Decreto Legge 21/6/2013 n. 69, convertito dalla legge n. 98 del 9 agosto 2013, e s.m..

Per una miglior informazione ed approfondimento si sintetizzano qui di seguito i principi essenziali della normativa del Ministro Lorenzin.

1 - Soggetti per cui è obbligatoria la certificazione

  • gli alunni che svolgono attività fisico-sportive parascolastiche, organizzate cioè dalle scuole al di fuori dall'orario di lezione

  • coloro che fanno sport presso società affiliate alle Federazioni sportive nazionali e al Coni (ma che non siano considerati atleti agonisti)

  • chi partecipa ai Giochi sportivi studenteschi nelle fasi precedenti a quella nazionale

2 - Quale Medico può rilasciare la certificazione

  • il medico di medicina generale per i propri assistiti

  • il pediatra di libera scelta per i propri assistiti

  • il medico specialista in medicina dello sport ovvero i medici della Federazione medico-sportiva italiana del Comitato olimpico nazionale italiano

3 - Durata del Certificato e tipologia del controllo medico

  • Il controllo deve essere annuale

  • Il certificato ha validità annuale con decorrenza dalla data di rilascio

4 - Gli esami previsti dal controllo medico

  • Per ottenere il rilascio del certificato è necessaria l'anamnesi e l'esame obiettivo con misurazione della pressione e di un elettrocardiogramma  a riposo effettuato almeno una volta nella vita.

  • Per chi ha superato i 60 anni di età associati ad alti fattori di rischio cardiovascolare, è necessario un elettrocardiogramma basale debitamente refertato annualmente

  • Anche per coloro che, a prescindere dall'età, hanno patologie croniche conclamate che comportano un aumento del rischio cardiovascolare è necessario un elettrocardiogramma basale debitamente refertato annualmente.

  • Il medico può prescrivere altri esami che ritiene necessari o il consulto di uno specialista

5 - Esclusioni

Sono stati posti specifici quesiti al Ministero della Salute in merito alla corretta interpretazione di attività “non agonistica”, per la quale esiste già un chiarimento ministeriale che precisa che sono esclusi dall’obbligatorietà della certificazione medica:

  • tutti coloro che praticano attività amatoriale (nella fattispecie la libera balneazione per la quale è escluso alcun tipo di addestramento);

  • chi svolge, anche in contesti autorizzati ed organizzati, l’attività motoria occasionale, effettuata a scopo prevalentemente ricreativo e in modo saltuario e non ripetitivo;

  • i praticanti di alcune attività ludico-motorie con ridotto impegno cardiovascolare , quali le bocce (escluse bocce in volo), biliardo, golf, pesca sportiva di superficie, caccia sportiva, sport di tiro, ginnastica per anziani, “gruppo cammino” e attività assimilabili nonché i praticanti di attività prevalentemente ricreative, quali ballo, giochi da tavolo, e attività assimilabili

Al momento pertanto, se non perverranno eventuali e ulteriori chiarimenti di approfondimento resta l’obbligo per quei soggetti di cui al punto 1 di questa comunicazione.

6 – Certificato medico – Fac-simile

Scarica il fac-simile della certificazione medica che secondo le disposizioni ministeriali i medici autorizzati devono rilasciare. (Certificato medico)

 

CERTIFICAZIONI MEDICHE NON OBBLIGATORIE PER I BIMBI 0-6 ANNI

Eliminato l'obbligo del certificato medico per la pratica dell'attività sportiva in età prescolare. D'ora in poi i bambini da 0 a 6 anni potranno dunque liberamente praticare un'attività fisica organizzata senza bisogno di documentazione medica, salvo in casi specifici segnalati dal pediatra di famiglia. Lo prevede un decreto firmato dai ministri della Salute, Beatrice Lorenzin, e dello Sport Luca Lotti.
Il decreto stabilisce dunque che "non sono sottoposti ad obbligo di certificazione medica, per l'esercizio dell'attività sportiva in età prescolare, i bambini di età compresa tra O e 6 anni, ad eccezione dei casi specifici indicati dal pediatra". La Federazione Medici Pediatri, con una nota del 2015, si rileva inoltre nel provvedimento, "ha segnalato la necessità di escludere dall' obbligo della certificazione medica l'attività sportiva per la fascia di età compresa tra O e 6 anni, al fine di promuovere l'attività fisica organizzata dei bambini, di facilitare l'approccio all'attività motoria costante fin dai primi anni di vita, di favorire un corretto modello di comportamento, nonché di non gravare i cittadini ed il Servizio sanitario nazionale di ulteriori onerosi accertamenti e certificazioni". Anche il Tavolo in materia di medicina dello sport, istituito presso il Ministero della salute, si è espresso in più occasioni "nel senso di considerare 1'attività sportiva in età prescolare dei bambini di età compresa tra O e 6 anni quale attività sportiva non soggetta ad obbligo di certificazione".

 

La segreteria dell’ A.S.D LIBERTAS NUOTO RIVOLI, presso la piscina Bonadies è a disposizione per ogni utile approfondimento